Vendite smartphone: Samsung in flessione, bene i cinesi

Le vendite smartphone raggranellate nell’ultimo trimestre non hanno giocato a favore di Samsung, spodestata dalle prime cinque posizioni della speciale graduatoria relativa ai principali brand operanti nel mercato mobile. Una crisi che fa invero il paio con lo stentare, in termini di diffusione tra i consumatori, degli attuali portabandiera del colosso cinese, la cui aspettativa da parte di Samsung è stata sovente ritrattata sin dall’inizio della loro commercializzazione.

Le vendite smartphone premiano, a conti fatti, i maggiori produttori cinesi, capaci di far del rapporto qualità-prezzo l’alternativa principe ai ben più quotati player: perché spendere cifre da capogiro quando si possono portare a casa smartphone di tutto rispetto, magari contornati da specifiche hardware rilevanti?

vendite smartphone

Una riflessione, quest’ultima, che sembra esser stata “digerita” dalla stessa Samsung, che ha addebitato i non propriamente felici risultati odierni alla concorrenza sempre più agguerrita e di derivazione cinese: basti por mente considerare che il podio di vendite smartphone relativo al quarto trimestre del 2015 è dominato da due produttori oltreoceano, come Huawei e Xiaomi, quest’ultima capace, al netto di scores leggermente inferiori rispetto alla rivale scelta da Google per Nexus 6P, di presenziare il secondo posto in graduatoria ai danni di Apple, la cui quota mercato è “ferma” al 13,1% (contro i 15.2% di Huawei e 14.8% di Xiaomi).

Ancora brand cinesi nelle ultime posizioni delle vendite smartphone di fine 2015: trattasi di Vivo (10% della quota mercato) e Oppo, che ha per l’appunto scalzato Samsung con il 9.2% di dispositivi smerciati nell’anno di riferimento. Un risultato indubbiamente sorprendente, che certifica la sempre più pressante richiesta dei consumatori di smartphone a basso costo ed impreziositi da buone performance, anche a discapito della marca meno roboante ed “alla moda”. Samsung sta comunque preparando il terreno per una pronta risalita, e la speranza del colosso coreano è di riuscire a far breccia con i nuovi Galaxy S7 Flat ed EDGE: ai posteri l’ardua sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *