Samsung Galaxy S7: difficile sostituire lo schermo

Alcune ricerche fatto da iFixit hanno determinato l’incredibilità difficoltà nel riparare i nuovi Samsung Galaxy S7. Infatti, sembra molto difficile, se non impossibile riuscire a sostituire un display rotto sui nuovi top di gamma della casa Samsung, ecco tutti i dettagli nella nostra news.

Samsung Galaxy S7

 

L’ultimo Samsung Galaxy S7 continua il trend degli smartphone difficili da aggiustare. iFixit da al dispositivo top di gamma di casa Samsung un punteggio di 3 su 10 per la riparabilità, rilevando, cosi, quanto sia difficile riuscire a riparare il dispositivo senza causare ulteriori danni. Mentre l’antenna, l’altoparlante, e la bobina d carica wireless sono modulari, e quindi, collegati alla scheda madre tramite piccoli connettori a molli, gli aspiranti riparatori di Samsung Galaxy S7 dovranno faticare molto per poter riparare alcune parti del dispositivo, partendo già dal pannello posteriore, difficile da rimuovere, fissato con un adesivo, continuando poi con la batteria che non è destinata alla sostituzione.

Inoltre, essendo resistente all’acqua con certificazione IP68, Samsung Galaxy S7  ha le guarnizione in gomma intorno ai jack per le cuffie, i vari microfoni e gli altoparlanti, inoltre, anche il sistema di raffreddamento, di cui si è tanto parlato, è molto piccolo, spesso, addirittura, meno di mezzo millimetro. Se tutto ciò non fosse abbastanza, a causa della disposizione dei cavi, risulta molto difficile la sostituzione del display o la sua riparazione, questo porta conseguenti problemi anche per porta Micro USB, LED e pulsanti soft touch. iFixIt è arrivato addirittura a definire “probabilmente impossibile” riuscire ad aggiustare uno schermo rotto senza distruggere il display a causa dell’adesivo utilizzato.

Samsung Galaxy S7 nel complesso ottiene un punteggio di riparabilità di 3 su 10, punti in meno rispetto al suo fratello minore, a testimonianza del trend del momento, che vuole gli smartphone molto più difficili da riparare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *