Recensione iClever IC-RF02, tastiera piccola ma funzionale!

Sono molti i dispositivi, in giro per casa, che richiedono smartphone o comunque dispositivi esterni per permettere in maniera semplice di gestirli e comandarli a nostro piacimento: il mercato è sempre più ampio ma i dispositivi veramente validi sono pochi ed è difficile scegliere.

iClever, nota azienda produttrice di accessori per smartphone, ci ha mandato in prova la IC-RF02, una tastiera wireless con touchpad integrato.

Come va questa tastiera? Scopriamolo insieme!

Confezione

La confezione di questa piccola tastiera si presenta davvero molto bene: troviamo infatti una piccola bustina di pluriball, bustina che protegge sia la tastiera che un piccolo filo usb mini-usb per ricaricare la tastiera stessa.

Troviamo inoltre il manuale d’istruzioni (solamente in inglese) e il cartoncino dell’azienda.

Materiali

I materiali di questa tastiera sono plastici ma non fatevi ingannare, è una buona plastica e conferisce alla tastiera un ottimo feeling al tatto; a coprire i tasti troviamo un’ottima gomma che danno davvero un ottimo feedback quando sono premuti, feedback che è sia tattile che sonoro.

Forse leggermente scadente la plastica del touchpad, che è ruvida e non dà un buon feedback quando utilizziamo quest’ultimo; la combinazione di questi materiali permette alla tastiera di essere davvero molto leggera ma, allo stesso tempo, restituisce un’ottima sensazione in mano, risultando ottima anche per chi ha delle mani grosse.

Sul retro troviamo il vano batteria: vano in cui troviamo sia la batteria stessa che un piccolo scomparto dove possiamo riporre il ricevitore wireless quando non utilizzato; ho trovato un po’ curiosa la scelta di lasciare a vista la piccola batteria che alimenta il tutto, ma ho scoperto poi il perché di questa scelta.

Rimuovendo la batteria stessa è possibile inserire due pile mini stilo AAA, in maniera tale da poter utilizzare la tastiera anche quando la batteria interna è scarica.

Recensione iClever IC-RF02

La disposizione dei tasti è davvero ottima e consente di avere una presa solida e intuitiva: impugnando questa tastiera come un joystick i pollici “cadono” in maniera intuitiva sulle due croci direzionali poste in alto a destra e a sinistra, che consentono di muoversi all’interno dei menù e di avere dei comandi rapidi per la riproduzione multimediale.

Spostando i pollici verso l’interno troviamo 6 shortcut che, in base a quale dispositivo è connessa la tastiera, permettono di richiamare alcuni applicativi; a completare le due file di pulsanti troviamo due pulsanti che vanno a simulare il tasto destro e sinistro del mouse.

Al centro è invece posto il touchpad, che funge da puntatore: tramite apposite gesture (illustrate sul touchpad) si potrà simulare il tasto destro, quello centrale e quello sinistro del mouse; si potrà inoltre scorrere velocemente tra i menù con due dita.

Troviamo sotto al pad sinistro tre led, che ci indicano se la batteria è scarica, il grado di ricarica della batteria (se in ricarica) e un led che si illumina ogni volta che premiamo un tasto.

Funzionalità

Ho provato questa tastiera con molti dispositivi,  tutti diversi tra loro: ho infatti testato il funzionamento di questo piccolo oggetto su un PC (Windows e Linux), su un dispositivo Android (OnePlus One) e sulla mia Raspberry Pi,  Raspberry su cui è installato Kodi con OSMC.

Ma andiamo con ordine.

Il primo dispositivo con cui ho provato questa tastiera è stato il mio PC, su cui ho installato sia Windows 10 che Kubuntu 16.04 Beta 2: su Windows questa tastiera risulta davvero ottima, infatti tutti i tasti posti a lato del touchpad funzionano correttamente e consentono di avviare velocemente il browser predefinito, tornare al desktop, aprire il client mail e il lettore musicale predefinito.

Tutti gli shortcut funzionano correttamente, tra cui FN+Enter per aprire il task manager; ho trovato leggermente impreciso il touchpad, che a volte fa fatica a seguire bene le dita e rende difficoltoso il puntamento, fortunatamente si può regolare la velocità del puntatore grazie alla combinazione FN+Spazio.

Strano il posizionamento del tasto Windows, che è posto a destra del tasto AltGr e, quindi, potrebbe risultare poco intuitivo: al posto del tasto Windows classico troviamo un tasto per il backscore e un altro per il + e l’uguale, scelta probabilmente fatta dato il layout americano di questa tastiera; anche la croce direzionale posto a sinistra funziona perfettamente e consente di avere shortcut per la riproduzione musicale e l’aumento o diminuzione del volume.

Ho provato anche a giocare con questa tastiera (più precisamente a The Binding of Isaac), ma risulta davvero scomodo, dato che il tutto è riconosciuto come una tastiera e, quindi, i giochi si adattano ai setup delle tastiere.

La seconda prova che ho fatto riguarda l’utilizzo sulla mia Raspberry Pi 2 con Kodi: gli shortcut che funzionavano con Windows risultano praticamente inutilizzabili con Kodi, ma è una mancanza che dipende dal software stesso e non dalla tastiera in sé.

Per il resto è tutto perfettamente funzionante anche qui, gli shortcut della riproduzione musicale funzionano perfettamente e il touchpad anche qui fa il suo sporco lavoro; l’unica cosa da recriminare è il mancato funzionamento della gesture per lo scrolling.

Da notare che con Kodi la tastiera ha il layout inglese,  e se su Windows ciò può essere sorpassato ricordando i tasti a memoria qui conviene lasciare il layout così com’è, dato che probabilmente non vi serviranno le accentate e il layout potrebbe non corrispondere a quello della tastiera a cui siete abituati.

L’ultima prova l’ho fatta col mio OnePlus One: utilizzando un cavo usb-otg si può collegare il ricevitore allo smartphone e, quest’ultimo, riconoscerà il tutto come una tastiera esterna: anche in questo caso il touchpad risulta si funzionante, ma risulta scomodo e legnoso e quindi, in questo caso, consiglio l’utilizzo del touchscreen.
La tastiera invece funziona perfettamente e consente di digitare velocemente dei brevi testi: anche qui la tastiera ha il layout americano ma con l’aiuto del correttore della tastiera non ci saranno problemi a scrivere anche parole con lettere accentate.

Anche in questo caso gli shortcut funzionanti sono pochi: funziona quello della ricerca, che richiama la ricerca Google; funziona inoltre quello per mettere il muto e quello per richiamare il riproduttore musicale predefinito.

Una piccola tastiera che quindi soddisfa a pieno i bisogni di molti utenti, riuscendo a comprimere in uno spazio ridotto una tastiera, un touchpad e tanti pulsanti per comandare in maniera perfetta qualsiasi tipo di dispositivo.

È possibile acquistare iClever IC-RF02 su Amazon ad un prezzo di circa 20€ qui -> CLICCA QUI PER ACQUISTARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *