Addio al Roaming Internazionale dal 15 Giugno

Viaggiare in Europa era oneroso, fin troppo oneroso. Davvero fastidioso non poter contattare casa senza pesare sull’altro, con costi di addebito esagerati ed indigesti. Il risultato? Poche chiamate e grossi rimpianti. Ma tutto sta per cambiare. Come già ampiamente pre-annunciato su MobileOS.it un’anno fa in questa news, adesso possiamo confermare e dire addio al Roaming Internazionale! Non un’utopia, ma uno scenario a cui, a passi lenti, ci si sta avvicinando e che si staglierà a partire dal 15 giugno 2017. Da quel momento, chiamare dall’estero non comporterà sovra-prezzi ma sarà come essere a casa!

Roaming-UE

Chiamate in libertà, usufruendo della tariffa scelta, la stessa italiana, ma con una diversa carta. Non sarà possibile, infatti, utilizzare in Italia carte acquistate all’estero per evitare abusi. Una maggiore libertà di comunicazione, richiesta dagli utenti, che abbatta definitivamente le frontiere. Un viaggiare finalmente libero delle comunicazioni.

Dal 30 aprile, intanto, un piccolo passo verso lo sdoganamento della comunicazione, con un abbattimento dei costi, fino a 4 volte minori. Per chiamare o inviare messaggi dall’estero si utilizzerà la propria tariffa, più un piccolissimo sovrapprezzo di 5 centesimo al massimo, davvero irrisorio rispetto ai prezzi attuali.

Le comunicazioni, finalmente libere di viaggiare nell’etere europeo, non saranno più frenate da inutili costi di addebito o tariffe sovrabbondanti. Se, politicamente, le frontiere aperte fanno, oggi, più paura che mai, ma comunicativamente sono inutili tanto quanto costi non cari alle tasche non più pingui come un tempo.

L’occasione per cedere a relazioni a distanza e lamentele facili per la vita non proprio facile, all’estero. L’italiano mammone tornerà a chiamare casa con la gioia di quando era piccolo, senza il rimpianto di ricariche “fumate” in un battibaleno. Ore a spettegolare, come solo l’italiano medio sa fare, nella speranza di abituarsi ad una vita europea che nulla ha a che vedere con la comodità italiana. Un nuovo filo Italia-Europa che unirà diversi stili di vita, talvolta affini, altre, inconciliabili!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *