Huawei Mate 9: ricarica al 50% in 5 minuti e fotocamera doppia sul retro

Continuano senza sosta le indiscrezioni per quanto concerne il prossimo top di gamma della casa produttrice cinese Huawei, come da titolo parliamo dell’attesissimo Huawei Mate 9, stato nuovamente al centro di rumors nel corso delle ultime 24 ore.

Entrando nello specifico, le ultime notizie inerenti al Mate 9 confermano la fotocamera doppia sul retro progettata da Leica e l’introduzione della tecnologia Super Charge Technology, un nuovo tipo di ricarica veloce della batteria.

Huawei Mate 9

 

Ormai alla presentazione del nuovo top di gamma del colosso cinese manca davvero poco, si parla del 3 novembre 2016 in un evento a Monaco di Baviera. Davvero impressionante l’hardware che molto probabilmente troveremo a bordo, partendo dalla CPU, ormai è praticamente certo che sarà il nuovo e potentissimo Kirin 960, realizzato da Huawei e prodotto da TSMC. Per chi non lo conoscesse, parliamo di una CPU octa-core Cortex A-73 con processo a 16nm, che garantirà prestazioni incredibili rispetto alla gamma precedente.

Nelle scorse ore, come già accennato ad inizio articolo, si è parlato di sensore doppio fotografico sul retro. Come per il P9, su Mate 9 troveremo quasi certamente una doppia fotocamera con sensore principale da 20 megapixel e secondario da 12 megapixel, mentre anteriormente il sensore sarà da 8 megapixel.

L’altra novità riguarda la Super Charge Technology. Siamo di fronte ad un nuovo tipo di ricarica che promette di caricare il 50% del dispositivo nell’arco di soli 5 minuti. Fantastico vero? Ancora tanti dubbi invece per il display, anche se molto probabilmente dovrebbe essere di 5.9 pollici affiancato ad una risoluzione Full HD.

Infine, Mate 9 sarà disponibile in tre varianti, ovvero:

  • Base con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna a 480 dollari
  • 4GB di RAM e 128GB di memoria interna a 585 dollari
  • Versione top con 6GB di RAM e 256GB memoria interna al prezzo di 705 dollari

Per saperne di più sul Mate 9 non rimane che attendere la presentazione in programma a novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *