Nuovo Menu Play Store: cos’è cambiato

Nonostante sia ovvio dirlo, vi è sempre stata una certa scelta per l’utente finale: alla fine dei conti il Play Store è uno dei tanti Markets che è possibile installare nel nostro Smartphone Android. E’, se vogliamo, preso come un contenuto ovvio per via della sua inclusione determinata dalla presenza delle GAPPS (Google Apps) che sono preinstallate in ogni Smartphone o Tablet (anche se dipende da alcune cose).

Il Play Store ha avuto, così come tutti, inizi modesti: ha dato quelle piccole possibilità agli utenti per installare nuovi programmi, e con il tempo è diventato anche il luogo ideale dove aggiornare tutte le Apps installate nel sistema. Non ha mancato d’espandersi e diventare sempre più quel luogo preferito di ogni utente per cercare l’ultima App più in voga del momento. Ma è normale pensare che, con gli anni, qualcosa cambierà di tanto in tanto.

Questo è ciò di cui alcuni utenti stanno parlando in questi giorni: strani messaggi, dubbi, e piccoli equivoci che Google ha fatto del suo meglio per spiegare cosa sta succedendo. Questo riguarda, in particolare, il tipico menù del Play Store.

In genere, tutti sono abituati a come funziona il menù del Play Store. Una volta aperto il programma, tutti sono abituati a premere la tipica icona sulla sinistra per poter aprire il menù e consultare gli ultimi aggiornamenti, le notifiche e le altre novità. Questo è perciò quel che ha voluto cambiare Google: andiamo quindi ad analizzare passo dopo passo cosa significa per noi.

Al primo avvio, tutto compare come sempre. Ma premendo sull’icona del menù, comparirà un messaggio che ci notificherà del cambiamento (che molti purtroppo lo saltano per sbaglio) e l’icona verrà cambiata in una invece che riguarderà la ricerca. Tutto quello che riguarda infatti gli aggiornamenti, notifiche ed impostazioni sono ora posizionati nel nostro profilo.

Il profilo, il quale è presente alla destra della barra di ricerca, riporta tutte le informazioni necessarie ad esplorare le funzionalità più approfondite del Play Store.

Qual è l’utilità di questo cambiamento? Condensare le funzioni più utili in un singolo menù è la chiave, secondo Google, di mettere in sesto l’enorme problema di frammentazione che è possibile trovare nei suoi servizi.

Ad esempio, l’integrazione di Google Assistente ed Android Auto sono una fusione atta proprio ad evitare di creare confusione, anche se naturalmente siamo stati abituati a farne uso diversamente in passato. Perciò, questa mossa serve per farci trovare tutte le opzioni più essenziali in un singolo menù, che in cambio occupa anche meno spazio ed è facile da usare. Magari l’unico problema per il momento è farci l’abitudine.

  • Non ho ancora visto quest’aggiornamento nel mio Android, come mai?

Gli aggiornamenti del Play Store sono ovviamente in arrivo per molte versioni di Android, ma alcuni verranno naturalmente messi più in disparte rispetto ad altri. Essendo parte delle GAPPS, è normale comunque che questi riceveranno un aggiornamento prima o poi (fatta eccezione per i prodotti che sono muniti di versioni di Android molto, molto arretrati). Assicuratevi che il vostro dispositivo sia connesso alla rete (preferibilmente Wifi) e aprite il Play Store. Restateci per qualche minuto, poi riavviate lo Smartphone. Aspettate di nuovo qualche minuto ed avviate nuovamente il Play Store. Eventualmente potete provare ad aggiornare il Play Store manualmente scaricando i pacchetti da APK Mirror:

Play Store (https://www.apkmirror.com/apk/google-inc/google-play-store/google-play-store-25-0-31-release/)

Play Services (https://www.apkmirror.com/apk/google-inc/google-play-services/google-play-services-21-15-13-release/)

Ma non lo consigliamo, considerando che se il vostro set di GAPPS non è stato ancora aggiornato vi sarà una ragione, spesso relativa alla compatibilità.

  • Le funzioni sono cambiate o sono sempre le stesse, alla fine dei conti?

Tutto è rimasto essenzialmente uguale, ovviamente si tratta sempre d’una versione più aggiornata che ha meno buchi di sicurezza o difetti di programmazione: aggiornerà sempre le Apps come fa normalmente ogni tanto, ci manderà (in maniera un po’ meno invasiva) le notifiche per le nuove offerte, e così via. Non cambierà nulla in particolare, se non almeno qualche aspetto che ci renderà più chiaro l’account che ha effettuato l’accesso in quel momento.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Maggiori info nella nostra privacy policy