Nuovi telefoni compatibili con ARCore: Pixel6, Moto G, OnePlus e altri

Si torna a parlare di ARCore e lo facciamo perché Google ha aggiornato la lista dei dispositivi che possono sfruttare il kit di sviluppo con cui sfruttare le applicazioni basate sulla Realtà Aumentata. Nella nuova versione vengono rilasciati una buona manciata di telefoni, tra questi il ​​nuovo Pixel 6.

ARCore è un kit di sviluppo che Google vuole aiutare i creatori a sviluppare applicazioni che sfruttano il potenziale della tecnologia della realtà aumentata. A poco a poco arrivano più funzioni e telefoni più compatibili. Ora aggiungono il Pixel 6 Y Pixel 6Pro insieme a un buon numero di modelli di altre marche.

ARCore per tutti

In totale, 27 nuovi modelli sono ora compatibili con ARCore. Insieme a Pixel 6 e Pixel 6 Pro puoi sfruttare il kit di sviluppo il Motorola Moto G, Moto Edge in varie versioni, OnePlus Nord2 5GXiaomi 11T… un elenco abbastanza ampio in sintesi.

In estate sono stati 30 i modelli che sono arrivati ​​ad avere il supporto per ARCore e ora ce ne sono altri 27. Tutti questi modelli hanno già accesso alla piattaforma per creare app basate sulla realtà aumentata. Grazie a questo sistema, i cellulari Android compatibili possono analizzare l’ambiente ed essere in grado di eseguire i calcoli per localizzare oggetti virtuali nel mondo reale.

Google fornisce e aggiorna ciclicamente un elenco in cui compaiono tutti i cellulari compatibili con ARCore e che puoi consultare qui. Un elenco che cresce continuamente, visto che ad esempio alcuni telefoni vengono lanciati senza certificazione ufficiale per ARCore, e la ricevono in un secondo momento.

Per usufruire di ARCore, i cellulari devono soddisfare una serie di requisiti in forma hardware con una fotocamera decente, un processore abbastanza potente e sensori come accelerometri e giroscopio. Tutti i cellulari che desiderano utilizzare ARCore devono superare una certificazione Google per essere compatibili.

Poi tocca agli sviluppatori. approfitta di ciò che offre ARCore per implementarlo in applicazioni e giochi. E abbiamo esempi nei titoli Pokémon Go, The Witcher e anche nel figure di animali che entrano nella nostra stanza.

Via | PhoneArena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.