Come disabilitare il rilevamento della posizione su Android

Ci sono alcune funzioni nella tecnologia degli smartphone che semplicemente non ci piacciono, e una di queste è la costante necessità di tracciare la posizione. Sembra che 9 app su 10 abbiano bisogno di accedere ai nostri dati sulla posizione. Se sei un utente Android e desideri disattivare il rilevamento della posizione, ecco una guida pratica per farlo.

Che cos’è il rilevamento della posizione?

Non per spaventarti, ma se il tuo telefono è connesso a Internet, la sua posizione può essere monitorata. Il tuo telefono utilizzerà una combinazione di segnali GPS, Wi-Fi e/o operatore per avere una buona idea della tua posizione attuale. In qualsiasi momento, una miriade di app sul tuo telefono conosce la tua posizione esatta e questo fa paura a chiunque.

Ora, ci sono app che, comprensibilmente, hanno bisogno di accedere alla tua posizione per funzionare correttamente. Shocker, Google Maps ha bisogno della tua posizione. Inoltre, applicazioni come Amazon Alexa hanno bisogno della tua posizione per ottenere informazioni sul meteo locale e trovare i negozi più vicini.

Quindi, ci sono sicuramente app là fuori che hanno bisogno della tua posizione per una buona ragione. Tuttavia, non tutti vogliono che la loro posizione venga tracciata.

Disattivazione dell’accesso alla posizione per app specifiche

Le app che devono accedere alla tua posizione richiederanno l’autorizzazione prima di poterla utilizzare. Fortunatamente, hai la possibilità di negare all’app tale autorizzazione.

Prima che un’app possa utilizzare la tua posizione, ti darà un popup di qualche tipo con l’opzione per consentire o negare l’accesso. La maggior parte dei popup ti consentirà semplicemente di consentire o negare l’accesso. È come una semplice domanda sì o no. Se non vuoi fornire alle app la tua posizione, puoi scegliere di negarla.

Se hai già concesso l’autorizzazione a un’app e desideri disabilitarla, è piuttosto semplice farlo. Innanzitutto, trova l’app nella schermata iniziale e tieni premuto il dito su di essa. Vedrai apparire un piccolo popup con alcune opzioni.

Tocca informazioni sull’app (se non vedi il testo, cerca il “!” in un cerchio). Quando ti trovi nella pagina Informazioni sull’app, scorri verso il basso fino a Autorizzazioni.

Lì vedrai tutte le autorizzazioni concesse a quell’app. Tocca il pulsante Posizione e verrai indirizzato a un’altra pagina. Lì vedrai l’opzione per abilitare o disabilitare le autorizzazioni di localizzazione per quell’app. Seleziona “Non permettere” e avrai finito.

Permesso di localizzazione 3

C’è un altro modo

Se sei curioso di sapere quali app sul tuo telefono stanno utilizzando la tua posizione, c’è un modo semplice per controllare. Vai alle tue impostazioni e scorri verso il basso fino alla sezione della posizione. Quando tocchi quella sezione, la maggior parte dei telefoni ti mostrerà un elenco di app che richiedono i tuoi dati sulla posizione. Da lì, puoi toccare quelle app e vedere se hanno ricevuto l’autorizzazione e disabilitarle se necessario.

 

Come disabilitare la posizione per l’intero telefono

La disattivazione della posizione per app specifiche è ottima se desideri microgestire quali app la utilizzano. Tuttavia, se desideri che il tuo telefono disattivi il rilevamento della posizione nel suo complesso, puoi farlo anche tu.

Vai alle tue impostazioni e trova Posizione. Lì, vedrai un interruttore che ti consentirà di disattivare la tua posizione per l’intero dispositivo. Nessuna app sarà in grado di accedere alla tua posizione.

Permesso di localizzazione 5

Se vuoi un modo ancora più semplice, puoi guardare le tue impostazioni rapide. Accedi all’area notifiche e scorri nuovamente verso il basso. I pulsanti in alto sono le impostazioni rapide. Cerca tra le tue impostazioni rapide e vedi se ce n’è una per la tua posizione. In tal caso, toccalo per disabilitarlo.

Permesso di localizzazione 2

Fai attenzione alle app a cui concedi l’autorizzazione alla posizione

Ci sono tutti i tipi di app sul Google Play Store e molte di esse chiederanno l’accesso alla tua posizione. Per questo motivo, è importante sapere a quali app non concedere l’accesso.

Fornire i dati sulla tua posizione all’app sbagliata è estremamente pericoloso, per ovvie ragioni. Pertanto, prima di concedere a un’app l’accesso alla tua posizione, è importante sapere perché l’app ha bisogno della tua posizione.

Se scarichi un gioco AR come Pokemon Go, un’app di mappe o qualsiasi app che abbia una ragione legittima e ragionevole, allora dovresti stare bene. Tuttavia, se scarichi un’app che non ha motivo di accedere alla tua posizione, ti consigliamo di evitarla. Se scarichi un’app per il cronometro e ha bisogno di conoscere la tua posizione, è un po’ una bandiera rossa.

Prima di scaricare un’app, puoi controllare le autorizzazioni che richiederà. Per fare ciò, trova l’app su Google Play Store e vai su Informazioni su questa app sezione. Scorri fino in fondo fino a visualizzare il file Autorizzazioni pulsante.

Quando lo fai, vedrai una pagina che mostra tutte le autorizzazioni di cui l’app avrà bisogno. Se ha bisogno dei tuoi dati sulla posizione, ti consigliamo di stare attento da quel momento in poi.

Disabilitare l’accesso alla tua posizione è solo un modo per stare al sicuro sul Play Store. Esistono molti altri modi per evitare app pericolose. Ti consigliamo di esaminare tutte le autorizzazioni di cui ha bisogno un’app, non solo la posizione.

Inoltre, ti consigliamo di leggere le recensioni per un’app. Se è ombreggiato, sarai in grado di vederlo nelle recensioni. Inoltre, assicurati di evitare app false che cercano di spacciarsi per app ufficiali. Puoi leggere di più su questo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.